lasciami sprofondare nei tuoi occhi


Foto di Lilla Conti

Vieni, mio bel gatto, sul mio cuore innamorato;
ritira le unghie nelle zampe,
lasciami sprofondare nei tuoi occhi
in cui l’agata si mescola al metallo.

Quando le mie dita carezzano a piacere
la tua testa e il tuo dorso elastico e la mia mano
s’inebria del piacere di palpare il tuo corpo elettrizzato,
vedo in ispirito la mia donna.

Il suo sguardo, profondo e freddo come il tuo, amabile bestia,
taglia e fende simile a un dardo, e dai piedi alla testa
un’aria sottile, un temibile profumo
ondeggiano intorno al suo corpo bruno.

Annunci

One comment

  1. loltreuomo · aprile 13, 2012

    T’amo, come amo la volta notturna,
    anfora di tristezza, taciturna,
    più fuggi, bella, e più forte io sento
    amore; tu, delle mie notti ornamento,
    vai scavando con ironia distanze
    tra i miei sensi e le azzurre lontananze.
    Vengo all’attacco, all’assalto ritorno
    come su un morto i vermi tutt’intorno.
    T’amo, animale crudele che offende,
    t’amo nel gelo che bella ti rende.

    CHARLES BAUDELAIRE

    Ps. Fellini, Faber, Gaber notevole 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...