un vento odoroso


Rapolano, il giovedì, indossa la sua veste migliore per coprirsi dal vento insistente che ti insidia i bottoni del cappotto. Rapolano alza il bavero, si annoda la sciarpa al collo e scende in strada, perdendosi tra i suoi passanti, nelle sue stesse vie, tra le sue modeste bancarelle.

L’anziano S. collauda la nuova montatura bifocale sulla tastiera del POS tenendo una conferenza semispecialistica sul proprio intervento di  facoemulsificazione per liberarsi di quella dannata cataratta.

Una signora dell’est ispeziona e palpeggia lana merino rossa srotolandomi matasse di “trucchetti” per una sciarpa a treccia infinita.

Gli abbonati ai tavolini instabili del bar alzano i toni e le braccia all’ennesimo bongioco e qualcuno si accosta a osservarli, come nello schermo cinematografico di una commedia all’italiana. Qualcuno come me.

A Rapolano che sia Quaresima o Carnevale c’è un vento caldo, odoroso di frittura e straordinariamente dolce sulle labbra: a Rapolano ci sono le frittelle a ricordarci che il cuore è goloso di calore e zucchero.

Rapolano Terme

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...