Il tempo che vorrei

“Era una di quelle persone che per un motivo inspiegabile e misterioso ti agganciano e non riesci a lasciare finché non ti distruggono e ti fanno in mille pezzi. Anche a persone intelligenti come Silvia può capitare. Anzi, il fatto che lei cercasse di dare un senso al modo in cui lui si comportava l’aveva completamente mandata fuori di testa.”

 

Annunci

Questa è una vera fregatura

La generazione del “non disturbare“.
La sedia va alzata per non disturbare i vicini del piano di sotto e anche ora che vivo al piano terra non la trascino.
“Vuoi un caffè?” ” Solo se lo fai per te”, non disturbare, non essere d’intralcio. Mantieniti discreto, quasi fare pandan con la tappezzeria. Abbassa il volume della musica che c’è chi dorme.
Non ammetterei mai che non sopporto il fumo di sigaretta nei capelli, o che la bistecca è troppo poco cotta, il taglio di capelli lontano anni luce da quello desiderato.
Non è nemmeno una forma di passività nei confronti degli altri o della vita quanto, piuttosto, una innata inclinazione all’autosufficienza, un farsi bastare quello che si riceve.
E lo trovo squisito.
Un’educata moderazione che, ahimé, si sta perdendo nella sfacciata esagerazione attuale, nei toni arroganti, nella sbadata incuranza.

Ai miei figli dirò di allontanare la sedia per alzarsi e di rispondere “no, grazie”, insegnerò loro il “pronto, buonasera. Cercavo …” e il “s’accomodi pure”.

Tiriamo giù dagli scaffali queste espressioni accantonate e rispolveriamole: il vocabolario tornerà a splendere di quella squisita educazione.

Ma ai miei figli non insegnerò quest’arte in amore.

“Nella vita ho sempre avuto paura di essere di peso, di essere una scocciatura.” [Esco a fare due passi]

Sono rimasta per ore nel silenzio quando l’egoismo di quell’uomo mi si parava freddo davanti, ma non ho mai disturbato. Ho rinunciato alla mia libertà di parola per la sua libertà di abitudini. Non ho mai circoscritto la sua indole vulcanica e infantile, anche quando mi costringeva la gola fino a soffocare.
Persino quando se n’è andato non sono stata d’impiccio, ho agevolato il servizio.

In punta di piedi verso l’uscita.

Questa è una vera fregatura.

Diventiamo leggeri

The picnic - Jack Vettriano

Viviamoci quasi fosse un picnic.
Non è che quando si fa un picnic ci si porta dietro il divano, la cucina, il letto e tutto l’arredamento di casa.
Diventiamo leggeri.